FIDELITY BLOG - Fidelity Tours - Agenzia Viaggi a Castelnuovo di Garfagnana

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Le Isole Azzorre

Pubblicato da in Località turistiche ·

Tutti noi abbiamo sentito parlare dell'anticiclone delle Azzorre, che garantisce al nostro paese cieli sereni e assenza di vento sia nei periodi invernali che in quelli estivi. Le Azzorre (in portoghese Açores) sono un arcipelago di origine vulcanica composto da nove
isole. Sao Miguel e Santa Maria costituiscono il gruppo orientale dell’arcipelago; Terceira, Graciosa, Sao Jorge, Pico e Faial il gruppo centrale; mentre Flores e Corvo quello occidentale.
Situate nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico, le Azzorre distano circa 1400 chilometri dalle coste del Portogallo, paese di cui fanno parte, e circa 4500 da quelle del continente americano.
Il paesaggio delle Azzorre è caratterizzato dalla presenza costante dei diversi vulcani da cui hanno avuto origine le singole isole. Ma la bellezza e il fascino dell’arcipelago deriva dalla varietàdegli scenari che ogni isola è in grado di offrire. Coste alte e rocciose si alternano a piccole lagune; pendii brulli e scoscesi diventano dolci vallate verdeggianti; e poi ortensie, cascate, spiagge sabbiose, scogliere a picco sul mare. Alle Azzorre potrete assistere al trionfo della natura; una natura cangiante, in ogni isola sorprendente.
Disabitate fino alla colonizzazione portoghese del 1427 furono per buona parte della loro storia uno scalo commerciale per le navi che si dirigevano in Africa e in America. Lo steso Colombo fece tappa qui prima di avventurarsi alla scoperta delle americhe. Oggi le Azzorre sono una provincia autonoma del Portogallo e sono passate da un’economia di tipo commerciale a una principalmente turistico.
Da Lisbona si impiegano circa due ore di aereo per raggiungere le Azzorre. I voli della TAP, in coincidenza con quelli da Roma e Milano, collegano la capitale portoghese con le isole maggiori, San Miguel, Terceira e Faial. Da qui poi è possibile raggiungere le altre isole dell’arcipelago grazie a un servizio giornaliero di voli interni organizzato da Sata Air Azores.  Decidere cosa mettere in valigia per le Azzorre è estremamente semplice. Banditi vestiti eleganti e accessori di lusso, l’ideale sono abiti comodi e tanti costumi da bagno.
Grazie alla particolare posizione geografica, le Azzorre godono di un clima temperato. Durante l’inverno le temperature non scendono quasi mai al di sotto dei 14 gradi, mentre in estate non superano i 28. Attraversate dalla Corrente del golfo, le acque delle Azzorre sono costantemente tiepide e nei mesi estivi rpossono raggiungere punte di 26 gradi. La protezione dell’anticiclone delle Azzorre, che dall’arcipelago prende appunto il nome, garantisce bel tempo nei mesi da maggio a settembre, mentre durante i restanti mesi si verificano abbondanti precipitazioni. In questo senso il periodo migliore per un viaggio alle
Azzorre è decisamente l’estate. La vegetazione rigogliosa, la bellezza del mare e dei paesaggi fanno delle Azzorre il luogo per un viaggio alla scoperta della natura. Nelle acque di Sào Miguel, l’isola più estesa e popolosa dell’arcipelago, è possibile infatti assistere a uno spettacolo naturale di raro fascino: il passaggio delle balene. L’isola inoltre è attraversata da diversi percorsi che si addentrano nella giungla in cui è possibile praticare il trekking, oltre a spiagge dal sapore tropicale come Melicias, Agua d’Alto e Moinhos. La Caldeira do santo Cristo, sull’isola di Sào Jorge, è una riserva naturale dove è possibile ammirare la tipica vegetazione delle isole Azzorre in tutto il suo splendore. Attorniati da grotte e laghetti vi troverete nel bel mezzo di una giungla verdeggiante e selvaggia. Al suo interno si trova anche uno dei villaggi più antichi dell’arcipelago, Manadas.
Anche nelle altre isole non mancano le bellezze naturali che caratterizzano le isole più grandi. Splendide cascate, come quella di Ribeira Grande in Fajazinha sull’isola Flores, sorgenti termali come quelle di Carapacho sull’isola Graciosa o ancora baie solitarie, come Praia Formosa sull’isola di Santa Maria contribuiscono a comporre uno degli ambienti naturali più incantevoli in cui è possibile trovarsi. Ma le Azzorre non sono solo il luogo ideale per rilassarsi, fare sport e immergersi nella natura.
Sull’isola di Treceria si trova una cittadina di notevole interesse storico e architettonico. Angra do Heroísmo colpita da un terremoto nel 1980 è oggi catalogata dall’unesco patrimonio mondiale dell’umanità. Oltre ai numerosi Imperios, monumenti religiosi sparsi per tutta l’isola, la chiesa Nossa Senhora da Guia e il museo Angra do Heroismo insieme alla fortezza di Sao Joao Baptista sono gli edifici più interessanti. Numerosi eventi e feste animano le diverse isole dell’arcipelago. La festa Sr dos Enfermos a Furnas, la prima domenica dopo Pasqua; la Festas de S. Joao da Vila, il 23 di giugno; e la Semana do Chicharro, a metà luglio hanno luogo nell’isola di Sào Miguel. A Treceria si tengono diversi festivla musicali come il Sao Joaninas, la festa di Praia da Vitoria, dedicata alla musica jazz, e il Ramo Grande Festival, il festival della musica internazionale. Infine la festa di Espirito Santo in Madalena e quella dello Espirito Santo si svolgono rispettivamente sull’isola di Pico e di Sào Jorge.




Articoli recenti
Articoli per mese
Torna ai contenuti | Torna al menu